MObile JOurnalism è in libreria

 

 

Questo libro io non l’avrei mai scritto. Non perché non se ne sentisse la necessità ma perché girare l’Italia per fare corsi e seminari diffondendo il verbo (le tecniche e la filosofia) del mojo dalla fine del 2015 sta consumando il mio tempo libero. La sfida di diffondere il mobile journalism è stata tante cose insieme: offrire i corsi più compatti e più economici d’Europa, condividere nuovi strumenti utili a lenire la crisi del giornalismo nell’era del digitale, creare una comunità di mojoers in un momento in cui il già ipercompetitivo mondo dei reporter è più frantumato che mai.

Da questo percorso è nata l’idea di un piccolo evento che vedesse riunita la comunità dei mojoers, ma l’organizzazione di Mojo Italia ci è “sfuggita di mano” . Da piccolo evento si è trasformato nella più grande operazione gratuita di divulgazione e di aggiornamento professionale per i giornalisti che si ricordi in decenni; uno sforzo enorme per un pugno di volontari e un budget risibile, sotto le insegne di Stampa Romana e dell’Associazione Filmaker.

Ecco perché questo libro non l’avrei mai voluto scrivere, nonostante il vuoto di un manuale sul mojo (ce ne sono diversi in inglese, nessuno in Italiano) e le richieste di tanti “studenti” (più corretto chiamarli “partecipanti ai corsi” visto che sono spesso colleghi blasonati che avrebbero molto da insegnarmi). Poi è arrivato Max Lanzi, deus ex machina del Centro di Documentazione Giornalistica (lo vedete in foto con me alla “consegna” della prima copia del libro appena uscita dalla tipografia) che ha insistito affinché, con Enrico Farro, scrivessimo questo manuale.

Ovviamente non potevamo non complicarci la vita da soli e così da un libro di “ok, massimo 150 pagine!” siamo finiti a “Dottó, sono 300 che faccio lascio?”. Enrico ha selezionato centinaia e centinaia di scene da film celebri mentre per dare identità al libro, risparmiare sui modelli in carne ed ossa, evitare di usare pupazzi sotto copyright (tipo supereroi o varie) siamo andati dagli amici di 3de2b per farci scannerizzare e stampare delle statuine di noi medesimi (ultimo stadio dell’aberrazione tecnologica!). Nel salone di casa mia abbiamo allestito un set fotografico di quelli che “non vi preoccupate stasera abbiamo finito” e ti occupa casa per due settimane.

A questo lavoro maniacale, si è aggiunto quello non meno certosino di Max (che nel frattempo ha vinto il Premio Ischia per la comunicazione) e dei suoi collaboratori al Centro di Documentazione Giornalistica. Enrico dai set di mezza italia, io sopra aerei in mezzo mondo (o sotto l’ombrellone delle vacanze con somma gioia della mia famiglia), abbiamo corretto le bozze, poi siamo passati alle correzione della correzione delle bozze, scambiandoci con Max wetransfer e whatsapp pieni di foto delle pagine con appunti a penna e con ogni mezzo di scrittura disponibile (incisione col sangue esclusa).

Intanto la pressione saliva perché l’editore ci teneva a portare il libro al festival Mojo Italia e perché già decine di colleghi avevano comprato copie del libro mesi prima, con la promessa di averlo in primavera.

Il Centro di Documentazione Giornalistica ci ha però assecondato e di questi tempi non è cosa da poco seguire due autori perfezionisti e, a loro modo, squilibrati. È nato così un libro con dozzine di foto a colori, un formato orizzontale che è più facilmente consultabile e leggibile (ma che i tipografi odiano per via dello sfrido di carta che aumenta i costi), curato nell’impaginazione come nella copertina, un bel prodotto editoriale dove forma e contenuto si tengono per mano.

Dove si compra il libro? Anteprima di vendita alla Casa del Cinema 21 e 22 settembre al banco del CDG che è media partner del festival, poi in pochi giorni sarà distribuito da Messaggerie nelle librerie (comprese quelle on line).
Comunque il modo più diretto per comprare il libro è cliccare su questo link, direttamente dal sito di CDG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...