Made in Italy

Il 5 e 6 maggio ad Iglesias la rete dei giornalisti NetOne e il movimento dei Focolari ha organizzato una due giorni, aperta ad un arcipelago di sigle e di organizzazioni, per denunciare la presenza su quel territorio sardo della fabbrica che produce bombe destinate al mattatoio della guerra civile in Yemen, e per trovare una via d’uscita che coniughi pace e lavoro.
In questo post (pubblicato con un certo ritardo, e me ne scuso) troverete il dibattito integrale del mattino (nel pomeriggio ci sono stati dei workshop) e il mio intervento.
Al dibattito hanno partecipato. Giorgio Beretta (Rete italiana disarmo), Maurizio Simoncelli (Archivio disarmo), Nello Scavo (Avvenire), Marinella Correggia (Centro Studi Sereno Regis), Paolo Gentili (Cei), Teresa Piras (Movimento non violento), Efrem Tresoldi (Nigrizia), Rosa Siciliano (Pax Christi), Marta D’Auria (Riforma), Roberto Comparetti (Il Portico), Cristina Montoja (NetOne), Giorgia Bresciani (Radio in Blu), Giampaolo Atzei (Sulcis-Iglesiente Oggi), Carlo Cefaloni (Città Nuova), Giulio Meazzini (Città Nuova).

Iglesias, contro le bombe italiane in Yemen from Nico Piro on Vimeo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...