Se 580 vi sembrano troppe

“Che ore sono? Quanti minuti sono passati dall’ultima volta? Bene, facciamo due conti…anzi no clicchiamo il bottone di reload sulla pagina di Ulule e vediamo come va l’ovetto…Ma dai è pieno, l’immagine non cambia…che sfizio c’è? Vuoi mettere però la percentuale che va oltre il 100%? E’ un’emozione ogni volta…e vabbè ricarico”

I pensieri di un italico crowdfunder sono ossessivi o almeno tendono a quello stato – lo ammetto. Sarà per questo che raggiunto l’obiettivo di 380 copie  dopo l’immediata gioia, ho provato un senso…”come di assorbimento”…no, quello no…un senso di straniamento – diciamo – perché sembrava tutto troppo calmo, d’improvviso.Allora mi sono messo a pensare come potermi complicare la vita di nuovo. Avrei potuto piuttosto dedicarmi alla scrittura di una monografia sulla “pizzaiola” rivisitata nella dieta mediterranea trendy ovvero un testo (magari con tante foto) facilmente vendibile e da collocare sotto quei tavolini bassi, con il piano in vetro, che stanno nei salotti giusti, invece mi sono messo a fare due conti con l’editore.
La quota del 100% (il pre-venduto di 380 copie) era l’obiettivo necessario a garantire la copertura di quei costi fissi che ormai il mercato non garantisce più, il “dramma” è in particolare la continua chiusura di librerie per cui dei volumi che apparivano come “collocati” d’improvviso ricompaiono in magazzino, rispediti indietro a mezzo corriere.
Se è stato raggiunto l’obiettivo, perché andare oltre? Perché se riusciamo ad impegnare la settimana che manca a chiudere la campagna, raggiungendo quota 580/600 copie (in pratica il 150% dell’obiettivo – al momento siamo al 113%) si otterrebbe un doppio successo: in primo luogo si riuscirebbe a portare “Missione Incompiuta” in molte più librerie di quelle che possiamo coprire al momento con le copie stampate; due – come ho già scritto, ebbro della visione dell’uovo pieno e pronto a rompersi per rilasciare il pulcino – si creerebbe una sorta di caso editoriale, insomma faremmo un po’ di rumore in questo mondo editoriale dove molti temi, ormai, non si affrontano più perchè “non tirano”…O almeno di questo sono convinti molti editori, direttori editoriali e (spesso) di testata. Io penso che abbiamo torto, e voi?

Ps: da pessimo “commerciante” mi ero dimenticato di un altro buon motivo per ordinare il libro entro la fine della campagna anche se l’obiettivo è stato raggiunto. Quale? Il prezzo…in libreria costerà 28 euro, con il crowfunding il prezzo è di 18 euro fino ai 10 dei pacchetti!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...