Palle che girano

A Kabul, qualche giorno fa, ha aperto il primo impianto per il bowling di tutto l’Afghanistan. Anche negli anni della passione americana della capitale, quando sulle sue strade circolavano imponenti Cadillac e Chevrolet, di questo passatempo a stelle e strisce non c’era mai stata traccia. Del resto, per aprire la bowling alley di Kabul è stato speso quasi un milione di dollari e tenerla in funzione richiede spese enormi, in particolare per i generatori industriali che forniscono la corrente all’impianto a dispetto delle sistematiche interruzioni della linea elettrica comunale.

Alcuni anni fa l’apertura del bowling sarebbe stato un piatto ghiotto per i media di tutto il mondo, il simbolo di un’Afghanistan che cambiava; un po’ com’è stato per le sale da biliardo (all’americana) che si sono moltiplicate in tutti i grandi centri del Paese, complice anche il minor investimento richiesto. Oggi, invece, l’apertura del bowling di Kabul racconta di un’altra capitale.
Racconta dei nuovi ricchi afghani che possono permettersi di spendere in una serata un centinaio di dollari in gruppo, poco meno dello stipendio di un soldato dell’Ana  (35 dollari servono solo per l’ingresso per una squadra da sei persone).
Racconta di un Paese dove il miglioramento delle condizioni di reddito e di vita procede come una lacerazione nel tessuto sociale, come quando si tira il lembo di un lenzuolo e il resto resta “inchiodato” al letto. I nuovi ricchi (che sono spesso ricchissimi) passano giornate spesso noiose (e super-protette) a cercare un po’ di Dubai anche dietro casa.
Il resto della popolazione, invece, continua a fare i conti con la mancanza di elettricità, acqua potabile e strade. Le promesse tradite della ricostruzione post-2001.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...